NECTAR, a Sorrento sarà presentato il corso pilota in Campania sulla gastronomia salutistica

Dal 16 al 18 Novembre la Penisola Sorrentina sarà protagonista del progetto europeo NECTAR: partner e ospiti nazionali e internazionali si riuniranno per una cooperazione e uno scambio di buone pratiche sui bisogni alimentari e nutrizionali nella salute pubblica

Il 17 Novembre la Fondazione ITS BACT presenterà il corso gratuito “Chef di Cucina Salutistica” finanziato da ERASMUS+ che sarà presto avviato

SORRENTO - Giovedì 17 Novembre 2022 la Fondazione ITS BACT e la Regione Campania presenteranno l’edizione pilota “Chef di Cucina Salutistica”,  il corso di formazione specialistica finanziato dal programma ERASMUS + all’interno del progetto internazionale NECTAR (aN Eu Curriculum for chef gasTro-engineering in primAry food caRe) che vede coinvolta l’Italia, con due corsi pilota in Liguria e in Campania (con la Fondazione ITS BACT soggetto attuatore del corso), il Belgio, l’Austria e il Portogallo. Il progetto internazionale nasce per rispondere alla mancata corrispondenza tra le competenze possedute dai cuochi che lavorano per le mense ospedaliere e le residenze per anziani, e quelle richieste dalle istituzioni sanitari. NECTAR  è un progetto di tre anni (co-finanziato nell’ambito del programma Erasmus+ azione chiave 2 e coordinato dall‘Università belga Odisee University of Applied Sciences), finalizzato alla cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche (Settore Skills Alliances).

A Sorrento dal 16 al 18 Novembre si parlerà di NECTAR e dei nuovi approcci nutrizionali

I delegati dei paesi partner saranno ospiti di Federalberghi Sorrento, per le giornate del 16 e del 18 Novembre, e dell’Istituto Polispecialistico S. Paolo di Sorrento, per la data del 17 Novembre, in occasione dell’Agenda of Consortium Meeting, organizzato dalla Fondazione ITS BACT e dalla Regione Campania in partenariato con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e il Reference Site Collaborative Network (RSCN). Gli eventi, in italiano e in inglese, saranno trasmessi in diretta live streaming sulla pagina Facebook dell'ITS BACT 

La mattina del 17 Novembre si incontreranno i delegati dei paesi partner per confrontarsi sull’avanzamento del progetto NECTAR e sullo stato dell’arte dei corsi pilota. Nel pomeriggio i delegati, insieme ad alcuni docenti scelti per i corsi pilota (provenienti da ospedali, aziende sanitarie locali, università e ricerca) e ad alcuni referenti della prestigiosa partnership attivata, si confronteranno in un workshop e in una tavola rotonda per discutere del valore della diversità bioculturale della Dieta Mediterranea, delle nuove competenze professionali e dei nuovi profili lavorativi orientati per preservare la sostenibilità ambientale e un approccio smart e inclusivo alla salute.

Ci si confronterà in merito: agli approcci innovativi nella cucina per la nutrizione di base alle lacune conoscitive nella formazione degli chef; a come adattare l'approccio nutrizionale alle impostazioni sanitarie alla rilevanza della sicurezza alimentare per le impostazioni sull’assistenza alimentare di base; alle opportunità gastronomiche per bilanciare i bisogni nutrizionali e sensoriali; alla risposta del progetto NECTAR per affrontare i bisogni alimentari e nutrizionali nella salute pubblica.

Il pomeriggio continuerà con una conferenza, organizzata dalla Fondazione ITS BACT, dedicata al suo format Convivio Mediterraneo®: illustri ospiti (esponenti dell’Azienda Sanitaria Locale, professori di Science della nutrizione, esperti di Sicurezza Alimentare, imprenditori della filiera turistica e chef si confronteranno con gli esperti della Fondazione sul tema di come preservare la cultura popolare e alimentare delle società delle due sponde del Mediterraneo, e come riprodurre il valore e le essenze della Dieta Mediterranea nei paesi del Centro e Nord Europa, mettendo a confronto i valori della Dieta Mediterranea con quelli promossi dal progetto Nectar.

 

NECTAR e il nuovo curriculum di Chef Gastro-Engineer

La comunità scientifica internazionale ha identificato nella nutrizione la chiave per invecchiare in salute. In questo contesto si sottolinea la necessità di una health workforce competente e pubblica, che al momento manca. NECTAR mira alla creazione di un intervento formativo per l’attivazione di un nuovo profilo europeo, lo Chef Gastro-Engineer, una figura professionale europea con competenze in: Food Management and Kitchens Coordination; Customizzazione delle ricette in base alle disabilità e patologie dell’utente finale; Competenze tecniche per utilizzare ICT tools per il monitoraggio e la personalizzazione dei menù da remoto.

Il progetto prevede l’implementazione di questo nuovo curriculum e in Italia verrà testato solo in Liguria, con l’Istituto Marco Polo di Genoa, e in Campania proprio con la Fondazione ITS BACT. La Regione Campania partecipa a questo progetto insieme alla Fondazione ITS BACT che, grazie alle sue competenze in ambito nutrizionale (protocollo NHACCP – per misurare l’impatto degli alimenti sulla salute), e all’esperienza nell’erogazione di corsi d’Istruzione Tecnica Superiore per la figura di Tecnico Superiore per la Gastronomia Mediterranea, sarà responsabile dell’implementazione del corso pilota in Campania con il contributo di partner di diversi esperti europei provenienti dal mondo dell’istruzione e formazione e della ricerca scientifica.

Scopri di più sul corso pilota che verrà avviato prossimamente in Campania

Il corso della Fondazione, completamente gratuito, sarà rivolto a 20 giovani e adulti che vogliono acquisire una qualifica post-diploma e specializzarsi nella cucina salutistica. Il corso, a cui si accederà previa selezione pubblica, sarà articolato in 1000 ore e sarà inserito nel sistema europeo e nel Repertorio regionale dei titoli e delle qualificazioni della Campania (livello EQF 5 e 40 ECVET points). Il corso Chef di Cucina Salutistica rilascerà a 20 profili una specializzazione (Chef specialized in Gastro engineering) mirata alle esigenze alimentari di un target prioritario (anziani).  Le principali aree disciplinari verranno sviluppate, in lingua italiana, in aula (35% in presenza e a distanza), in laboratorio (30%) e in contesti lavorativi (35% stage e laboratori didattici aziendali), e verteranno su: scienza dell’alimentazione e della nutrizione; igiene degli alimenti; merceologia; economia gastronomica; gastronomia; scienza della nutrizione; fisiologia e patologia; statistica sanitaria; psicologia clinica; dietistica; chimica degli alimenti; gestione del personale; microbiologia; igiene; sicurezza alimentare; ristorazione collettiva; gestione delle relazioni interpersonali; scienze della comunicazione; ICT; sicurezza del lavoro; legislazione alimentare.

Lo Chef di Cucina Salutistica unirà scienza e creatività per ideare e preparare pietanze, innovando i metodi di preparazione, con una particolare attenzione agli aspetti del benessere, della  sostenibilità ambientale e dell’equilibrio nutrizionale, soddisfando  clienti con particolari esigenze alimentari. La figura imparerà a realizzare pietanze per venire incontro alle esigenze di persone anziane e di persone con problemi di deterioramento o alterazione del gusto, di deglutizione e masticazione, personalizzando ricette e modalità di preparazione. Il profilo promuoverà il benessere alimentare e l’innalzamento della cultura culinaria lavorando a contatto con medici e operatori sanitari e professionisti sia della salute che dei comparti turistico e gastronomico.

Presto novità sul corso su www.itsbact.it